Cuffie da gioco lavabili: migliori prodotti di Ottobre 2021, prezzi, recensioni

Chiunque passi molto tempo davanti al pc troverà sicuramente dei vantaggi nell’utilizzare delle cuffie. In particolar modo, i gamers, che si tratti di professionisti o semplici amatori, è davvero difficile possano fare a meno di uno strumento così utile. Ma avete mai pensato al fatto che tenendole sulle orecchie per così tanto tempo, si possano comunque sporcare in qualche modo? Non sarebbe meglio pulirle periodicamente per evitare brutte sorprese? Sicuramente sì.

Il mercato non prevede delle vere e proprie cuffie da gioco lavabili, o meglio, quando si parla di lavare delle cuffie va detto che si intende prevalentemente la parte che tocca le orecchie e il capo. Bisogna trovare, più che altro, il modo di lavarle accuratamente senza il rischio di danneggiarle irrimediabilmente con prodotti troppo aggressivi. Vediamo i dettagli.

Cuffie e auricolari: cosa è più igienico?

Le cuffie, specialmente per chi è solito giocare ai videogames, sono tornate in voga in maniera molto insistente negli ultimi tempi, dopo essere state superate nettamente dagli auricolari. Chi usa le cuffie, però, è molto convinto del fatto che il suono sia tutta un’altra cosa, così come l’isolamento esterno.

Usando le cuffie potresti essere portato a pensare, in maniera errata, che queste siano più igieniche degli auricolari. Quest’ultimi, come sappiamo, vanno infilati sicuramente più all’interno del padiglione auricolare, entra maggiormente in contatto con la parte interna dell’orecchio e potrebbero persino sporcarsi di tracce residue, come cerume e così via.

Come detto, in realtà, anche le cuffie, seppur non soffermandosi sulla parte esterna dell’orecchio, si possono sporcare: queste, infatti, possono essere utilizzate per diverse ore, o comunque possono essere riposte in zaini, borsoni, o appoggiate su superfici non pulitissime. In questa maniera possono sporcarsi facilmente. Oltretutto, non dimentichiamo che la parte superiore poggia sulla testa. Da non dimenticare, inoltre, che durante le sessioni di gioco si può sudare anche in maniera significativa e le orecchie emanano parecchio calore.

Distinzione tra le varie cuffie

Prima di capire come si possano pulire delle cuffie, sarebbe opportuno essere a conoscenza del fatto che esistono due macro categorie di cuffie, le quali potrebbero “sporcarsi” in maniera differente. Si tratta dei modelli over-ear, i quali coprono prevalentemente la parte esterna del padiglione auricolare, e quelle in-ear, come appunto gli auricolari, che entrano più in profondità.

E’ evidente che i metodi di pulizia siano sicuramente diversi. Nel caso dei modelli in-ear dobbiamo togliere dapprima le estremità in silicone (le quali possono anche essere sostituite periodicamente) e lavare la parte in plastica con accuratezza: bisogna strofinare in maniera delicata, magari servendosi di un piccolo spazzolino a setole molto morbide, inumidito in acqua ossigenata o alcool etilico. Le parti in silicone possono essere pulite facilmente in acqua e sapone, delicato.

Le cuffie lavabili

Quando parliamo, invece, di cuffie lavabili ci riferiamo ai modelli over-ear, vere e proprie cuffie che vengono posizionate sul padiglione esterno dell’orecchio. Precisiamo che, di solito, i modelli che possono essere facilmente lavati vengono realizzati con la parte che tocca le orecchie in pelle, spugna o schiuma. In tutti i casi possiamo procedere lavando delicatamente e con accuratezza. Si può cominciare a pulire l’esterno della cuffia con un panno umido e con sapone delicato: usa acqua calda e non strofinare! Importantissimo è lasciare poi asciugare il tutto.

Si può, poi, inumidire un panno di alcol etilico oppure disinfettante per le mani delicato e pulire la parte esterna delle cuffie e quella che si poggia sulla nostra testa. Con un cotton fioc, inoltre, possiamo pulire gli angoli più difficili da raggiungere con le dita: importante fare tutto in maniera molto delicata, altrimenti si rischia di danneggiare lo strumento. Oltretutto, non dobbiamo fare entrare liquidi alcuni all’interno dei circuiti e delle fessure. Puliamo tutto tamponando, senza strofinare con forza.

Dopo aver conseguito la Laurea in Scienze della Comunicazione, sono diventato giornalista pubblicista. Appassionato di scrittura e di informazione in generale, nel corso degli anni ho avuto diverse esperienze professionali in varie testate giornalistiche, dove ho ricoperto diversi ruoli. Attualmente mi occupo di prodotti per la salute e prodotti sportivi, oltre che prodotti di utilizzo quotidiano.

Back to top
menu
Migliori Cuffie da gioco